Novena a S. Chiara

Per ogni giorno della sua novena, Chiara ti dona una sua parola, eco della Parola che sola sazia e dà pienezza. Stampa fronte retro il calendario capovolgendo sul lato corto, taglia lungo la linea rossa, affianca e incolla sulla linea blu, piega a fisarmonica sulla linea gialla. Buona novena!

DIRETTA STREAMING CELEBRAZIONE 25° DI PROFESSIONE RELIGIOSA – 2 FEBBRAIO 2022 ore 18:00 – Monastero “S. Chiara” Alcamo

https://www.facebook.com/Parrocchia-Santa-Maria-Di-Gesù-Alcamo-214292165791699/

Vieni e vedi che il Signore ci rende felici… le Sorelle Povere del Monastero S. Chiara di Alcamo


PER DIVINA ISPIRAZIONE


ASCOLTA I NOSTRI CANTI

COME LAMPADA SUL MONTE

Umile ancella del Signore, Chiara serbava le sue dolci parole, e come lampada custodiva in sé la fiamma ardente dello Spirito “irradiando tutto intorno i suoi bagliori luminosi” (Proc. Can.). Nascosta con Cristo, testimoniò il Vangelo dell’amore con il linguaggio eloquente di un’esistenza trasfigurata.

COME ALABASTRO SPEZZATO

“Chiara, spezzando l’alabastro del suo corpo, riempiva degli aromi della sua santità l’intero edificio della Chiesa” (Proc.Can.). La sua vita, donata nel silenzio e nascondimento dell’amore consacrato a Cristo, è stata effusione totale d’amore versato sul capo di Gesù, come unguento che ha profumato, e continua a profumare, il suo mistico corpo, la Chiesa.

BENEDIZIONE DI S. CHIARA

Chiara, donna di benedizione, benedizione che era canto, armonia, giubilo del suo cuore innalzato a Dio nella vita di ogni giorno, e riversata sulle sue sorelle e su quanti ricorrevano a lei con fiducia. Ancora oggi, Chiara, dai tanti monasteri sparsi nel mondo, silenziosamente e gioiosamente continua a benedire le sorelle e i fratelli: “Su di te sia pace!”.

ALTRA MARIA

Nel silenzio del nascondimento della clausura, Maria diventa per Chiara specchio di femminilità, immagine della “donna nuova” nella quale tutta trasformarsi. Accanto a Francesco”Alter Cristus”, Chiara è “Altra Maria”, così come la chiamavano le sue sorelle che unanimemente la definirono “impronta della Madre del Signore”.

BENEDETTO SEI TU

E’ la notte tra il venerdì e il sabato 9 Agosto 1253, Chiara si prepara all’ultimo, definitivo abbraccio con lo Sposo … Davanti a sorella morte, l’anima di Chiara prorompe in un canto di Benedizione, che è il suo “Grazie”, sguardo d’Amore a Colui che l’ha creata e amata “come una madre il suo figliolo piccolino”. E’ l’apice della “sua Eucaristìa”, il suo Amen all’Amore che ha impregnato della sua fragranza tutta la sua vita.

L’AMORE DI CRISTO

Il segreto della felicità di Chiara è il suo amore per il Cristo povero e crocifisso. Stretta nel suo abbraccio e inebriata del suo amore, Chiara è vergine – sposa felice, donna pienamente realizzata, madre di una moltitudine di figlie e figli che genera spiritualmente a Dio nell’offerta e nell’oblazione di se stessa con Cristo sulla croce.